Come imparare una lingua straniera facilmente sara caulfield

Come imparare una lingua straniera facilmente

Imparare e parlare diverse lingue straniere è il sogno di molti e sicuramente il mio. Per questo sin da piccola ho studiato sodo per imparare più lingue possibili. Attualmente ne parlo sei, alcune le ho studiate a scuola o all’università, altre le ho semplicemente imparate grazie ad alcuni amici stranieri.

Sicuramente quelli che dicono che da piccoli è più facile imparare una lingua straniera hanno ragione, ma fidatevi che si può imparare facilmente una lingua anche da adulti. Ovviamente credo di non dover sottolineare che, come ogni altra cosa al modo, c’è chi ha più talento e chi meno. Ci sono vari modi, più o meno noiosi per imparare una nuova lingua, quindi voglio raccontarvi i metodi che ho usato io.

Innanzi tutto una doverosa premessa. La lingua che imparate a scuola e sui libri non è quella che parla la gente di tutti i giorni. E questo lo sappiamo. Io sono rimasta sconvolta dal giapponese: quello che ho usato in Giappone è praticamente un altro pianeta rispetto a quello insegnatomi all’università. Non voglio dire che non serve impararlo dai libri, assolutamente, dico di non fossilizzarvi sui libri stessi, ma approcciarvi soprattutto alla lingua reale.

Ascolate la musica
Sin da piccola sono sempre stata molto brava in inglese non solo perché sono decisamente portata all’apprendimento delle lingue straniere, ma anche perché facevo una cosa che non tutti quelli della mia classe facevano: ascoltavo tantissima musica in inglese con i testi alla mano e li traducevo. In questo modo allenavo tantissimo l’orecchio ai suoni della lingua, ascoltavo la pronuncia delle parole e ne imparavo di tantissime nuove. Cantando le canzoni poi facevo esercizio di conversazione, se così si può dire, mi allenavo a ripetere parole e suoni che in italiano non esistono. Magari se avessi ascoltato gruppi musicali più tranquilli (ascoltavo – e ascolto – musica punk) avrei imparato meno parolacce, ma almeno così ho appreso parole diverse da tavolo, penna, scuola, casa. Poi non so per voi, ma per me imparare un testo di una canzone era più semplice di imparare il testo senza senso del libro di grammatica, quindi così le parole nuove mi restavano molto di più nella testa. Inventarsi le canzoncine per imparare chessò, i verbi irregolari, aiuta tantissimo la memoria.

Guardate i film
I film sono un altro modo usatissimo per scafarsi con le lingue. I film in lingua originale per me sono arrivati relativamente tardi, all’epoca non se ne trovavano di moltissimi, quindi per me era più facile imparare con la musica. Io consiglio sempre di iniziare con i sottotitoli, sia in italiano che in inglese. In italiano all’inizio per associare le varie parole che si potrebbero non conoscere e ampliare così il vocabolario, in inglese poi per migliorare l’apprendimento.

Guardate la TV
Meglio ancora dei film, dove spesso gli attori parlano con forti accenti o usano slang difficile da capire, consiglio di guardare la TV dove parlano la lingua in maniera decisamente più comprensibile. Per esempio, quando vivevo a Tokyo guardavo spesso la TV al mattino mentre facevo colazione e mi godevo i cartoni animati, oppure la lasciavo andare in sottofondo mentre facevo altro per tenere l’orecchio costantemente bombardato col giapponese. Se siete alle prime armi con la lingua i programmi per bambini saranno l’ideale, mentre i TG o i documentari saranno difficili da capire, visto che usano terminologie spesso complicate. I programmi scemi da pomeriggio sono perfetti per migliorare il vostro livello. In Asia spesso i programmi TV hanno i sottotitoli nella loro lingua di default, una mano santa!

Leggete i libri
Non posso non invitarvi a leggere anche i libri o riviste in lingua originale. Che siano più o meno complicati quello spetta a voi, ma leggere è un modo per esporsi alla lingua con tutta calma, capendo la grammatica, le parole e le costruzioni della frase. Io leggevo anche i manga per migliorare il mio giapponese e sono serviti tantissimo grazie al modo colloquiale con cui sono scritti.

Inserite la lingua nel vostro quotidiano
Quando state imparando una lingua cercate di inserirla nel vostro quotidiano, cercate ogni opportunità per usarla, anche da soli nella vostra mente. Pensare nella lingua straniera può aiutare tantissimo. Se dovete cercare qualcosa su Google, per esempio, cercatela nella lingua. Ci sono app per il cellulare che ti insegnano una parola al giorno nella lingua che volete voi. Io le ho usate per un po’ e le trovo utilissime per allargare il vostro vocabolario.

Andate sul posto
Andare sul luogo per imparare una lingua è fondamentale, soprattutto se state imparando lingue difficili come l’arabo, il giapponese, il cinese eccetera. Fidatevi, non imparerete a parlare coreano nella vostra stanzetta. Andate in Corea. Magari sarete imbattibili nello scrivere una frase con le forme grammaticali più difficili, ma se vi trovaste un coreano di fronte sareste capaci di capirlo mentre parla e di rispondere con confidenza? Non credo. Essere sul posto per un periodo più o meno lungo vi darà la confidenza necessaria per poter padroneggiare la lingua. Vivere una lingua è più facile che studiarla.

Fate nuove amicizie
Se ne avete l’occasione fatevi amici quelli che parlano la lingua che volete imparare o state studiando. Farà una differenza incredibile nella velocità del vostro apprendimento e avrete un insegnante gratis! Potrete fare conversazione quando volete, chiedere chiarimenti o addirittura farvi assegnare dei compiti a casa. Quando studiavo giapponese io andavano “di moda” gli amici di penna, persone con cui scambiarsi lettere in lingua ed è stato veramente utile per il mio apprendimento della lingua. Quando vivevo a Dubai invece ero sempre circondata da amici brasiliani che parlavano costantemente portoghese tra loro. Le opzioni erano due: farmi altri amici o imparare la lingua. Ho scelto la seconda. Il portoghese è una lingua bellissima, ma un po’ infame. È facile, ma difficile. Mi ero addirittura comprata un libro di grammatica per imparare le basi, ma l’ho aperto solo due volte. Ho fatto tutto sul campo con l’esperienza, ascoltando i miei amici, facendo domande, guardando le soap opera brasiliane con loro, parlando tantissimo e soprattutto sbagliando spesso.

Parlate e fate errori
Non siate timidi. Spesso amici italiani mi dicono che si vergognano di parlare inglese, perché insicuri delle loro capacità linguistiche. Perché? Nessuno è lì per giudicare o esaminare il loro modo di parlare. Chissenefrega se sbagliate. Parlate. Fidatevi che un madrelingua è sempre felice di vedere qualcuno che si sforza di parlare la loro lingua e spesso vi aiuteranno. Più parlate, più imparate e più sarete sciolti e sicuri di voi. Bisogna prendere confidenza con i suoni della lingua e farli propri. Chi parla più di una lingua sembra possedere anche più di una voce, ve ne eravate mai accorti? Il modo e il tono della voce con cui io parlo italiano è diverso da quello che uso quando parlo giapponese, francese, arabo o portoghese. Quindi PARLATE! Starsene a casa muti, guardando video e tutorial su internet, difficilmente vi aiuterà ad avere una conversazione fluida.

La pronuncia viene dopo
Vi capiranno tutti anche se non avrete una pronuncia da madrelingua, quindi almeno all’inizio non accanitevi. Certo, questo non vuol dire che potrete permettervi di parlare da cani, perché in alcune lingue se i suoni non vengono pronunciati bene potreste essere fraintesi, ma fatevi capire. Certe parole sono davvero difficili da pronunciare, esercitatevi ascoltando madrelingua e piano piano ce la farete. Ricordate che parlare male una lingua è il primo passo per parlarla bene!

Il mantenimento
Non pensate che una volta imparata la lingua avete finito. Ahahahahah NO. Dovrete sudare per mantenerla viva nella vostra mente, altrimenti addio, cadrà totalmente nel dimenticatoio. Come fare per non scordare una lingua che non usate tutti i giorni? Semplice, esattamente quello che fate per impararla, né più né meno. Musica, libri, film. Il parlato di sicuro sarà la cosa più difficile da mantenere se non avete un amico con cui parlare ogni tanto. Se ci tenete molto fate conversazione con qualche tutor almeno una volta a settimana. Sarebbe triste perdere tutto così.

 

Quali sono le vostre tecniche? Avete dei modi particolari per imparare una lingua?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *