Meglio tardi che mai?

«Era ora!» diranno certi (tra cui mia madre) e lo dico pure io.
Finalmente mi sono decisa e ho aperto il mio travel blog.
In un’era dove il blog ce l’hanno praticamente tutti, mi chiedo, ne sentivamo davvero il bisogno? Forse no, ma ho voluto creare questo spazio per raccogliere in un unico posto tutti i miei viaggi e, magari, essere utile a qualcuno che cerca informazioni al riguardo. Molto spesso infatti, sui social mi capita di ricevere domande su cosa fare, che mangiare, dove andare nei diversi posti del mondo. Quando viaggio, lo faccio sul serio, vivo i luoghi al cento per cento, l’idea è quindi quella di riuscire a racchiudere qui spunti alternativi e consigli pratici per i vostri futuri viaggi – e no, non posterò foto di me che bevo romanticamente lo smoothie al tramonto.

Spero di mantenere le alte aspettative che molti hanno riposto in questo blog e, se non potrete farlo fisicamente, spero di farvi viaggiare almeno con la mente.

13 thoughts on “Meglio tardi che mai?”

  1. Grande giubilooo! Sara, io una richiesta di post ce l’avrei già: Giappone!
    Oltretutto ti volevo contattare perché sto leggendo ovunque che non mi è permesso entrare negli onsen perché tatuata. A parte che più che della yakuza potrei essere parte di un clan di panda, mi piacerebbe un sacco avere delle tue dritte!

    1. Scusate, mi intrometto! Io avevo trovato una piccola onsen in cui is può entrare anche da tatuati a Tokyo. Non l’ho provata di persona perché l’ho scoepeta che ero già tornata ;( non se può essere ancora utile, ma se trovo il link ve lo scrivo!

      1. In alcuni onsen si può entrare da tatuati, ma sono davvero pochissimi, altrimenti bisogna usare gli onsen privati. Io ho molti tatuaggi e sono stata in alcuni pubblici, però è sempre meglio informarsi prima!

  2. ??
    Io come richiesta avrei il Giappone antico, insomma i luoghi dove la tradizione è ancora forte, cosa vedere, dove mangiare e roba così
    Daje che questo sarà uno dei migliori travet blog in assoluto!!

  3. Finalmente! Non vedo l’ora di conoscere le abitudini, lo stile di vita e le stramberie dei posti che hai visitato, ma soprattutto di quelli in cui hai vissuto, senza i soliti stereotipi e cliché.

    In bocca al lupo per questo nuovo “viaggio”!

  4. Ciao Sara! Ti seguo su snapchat, mi sono innamorata di Singapore durante un viaggio e grazie a te mi sembra di esserci un pochino più vicina! (Che invidia quei dumplings ci ho lasciato un pezzo di cuore)
    Fra 4 settimane partirò per il Rajasthan, non hai in programma un post sul Blog tema india? Sono stufa di leggere diari di viaggio tutti uguali “sorrisi dei bambini bla bla bla”. Aspetto trepidante!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *