viaggiare eco-sostenibile sara caulfield

Viaggiare eco-sostenibile e senza sprechi – i miei consigli

La questione di una vita eco-sostenibile e senza sprechi è sempre più attuale e io in primis cerco di dare il mio piccolo, ma prezioso contributo. Essendo il viaggio parte integrante della mia vita voglio introdurre man mano delle abitudini per far diventare il mio modo di viaggiare più eco-sostenibile possibile.

Viaggiare è una cosa meravigliosa, ma se non stiamo attenti e non lo facciamo con un certo criterio finiremo per danneggiare quei posti verso cui facciamo migliaia di chilometri. Sebbene la crescita del turismo si traduca in una crescita economica e in enormi benefici sociali, questo ha anche un grave impatto sull’ambiente che non possiamo negare. Recenti studi infatti ci dicono che l’industria del turismo sia la quarta fonte di inquinamento in Europa, soprattutto a causa dei trasporti e delle emissioni di CO2 legate alle strutture e agli aerei.

Viaggiare in modo sostenibile significa fare scelte consapevoli e giuste verso l’ambiente e le comunità locali. Rispettare la terra straniera che fa da cornice ai nostri viaggi è una delle regole d’oro di ogni viaggiatore che si rispetti. Ci sono alcune accortezze da mettere in atto se si vuole viaggiare eco-sostenibile, senza danneggiare l’ambiente. Viaggiare eco-sostenibile non è svegliarsi un giorno e decidere di partire per un viaggio. Richiede un minimo di ricerca e pianificazione. Ci sono una serie di cose da fare per prepararsi al meglio. Qui di seguito vi darò qualche consiglio basato un po’ sulla mia esperienza e un po’ sulle tante ricerche sul tema che ho fatto.

Guida al trekking sulle montagne dello Svaneti in Georgia sara caulfield

– AEREI
Gli aerei sono una delle fonti di inquinamento maggiori al giorno d’oggi. Rappresentano oltre il 40% dell’impatto inquinante dell’intera industria turistica. Per esempio, un viaggio andata e ritorno in aereo da Los Angeles a New York genera il 20% di inquinamento che un’automobile media americana genera in un anno. Proprio per questo si dovrebbe prediligere, qualora possibile, mezzi di trasporto più eco-sostenibili come il treni o i bus. Alcune compagnie aeree offrono la possibilità di “pulirsi la coscienza” acquistando il carbon offset, una somma da aggiungere al costo del biglietto aereo che verrà donata a varie iniziative green in giro per il mondo. Certo, non risolve il problema dell’inquinamento aereo, ma è sicuramente meglio di niente. Inoltre nelle ricerche di Skyscanner ci sono sempre evidenziate le opzioni di compagnie aeree che usano motori di nuova generazione che emettono meno CO2 e che offrono, nel loro piccolissimo, un modo di viaggiare eco-sostenibile.

viaggiare eco-sostenibile sara caulfield

– ANDATE A PIEDI
Io sono una grandissima fan dell’andare a piedi in viaggio: fa bene alla salute ed è il modo migliore per perdersi in giro e scovare posti interessanti fuori dai soliti percorsi. Oppure scegliete la bici, ormai moltissimi paesi offrono servizi di bike sharing o usate i mezzi pubblici invece di prendere il taxi. Non solo avrete un esperienza di viaggio molto più autentica e reale del luogo in cui vi trovate, risparmierete e inoltre contribuirete alla tutela dell’ambiente abbassando le emissioni di CO2.

Cosa fare quattro giorni a Marrakech sara caulfield

– PERNOTTAMENTI
Un’altra chiave importante per viaggiare eco-sostenibile è prediligere le strutture green per rispettare gli ecosistemi e i luoghi. Il pernottamento è la seconda categoria più dannosa all’ambiente dopo il viaggiare in aereo, per quanto riguarda l’industria turistica. Immaginate quanta energia sprecata tra luci accese e aria condizionata mai spenta 24/7. Un incredibile impatto, di sicuro. Prediligete gli AirB&B, strutture locali o gli Ecobnb, per esempio, la più grande community dedicata al turismo sostenibile che permette di prenotare strutture ricettive eco-friendly in tutto il mondo.

Viaggio sull'isola di Bohol nelle Filippine sara caulfield

– VIAGGIATE A CASA VOSTRA
Viaggiare non è per forza andare dall’altra parte del mondo, ma lo si può fare benissimo a casa nostra. Ogni paese ha un incredibile potenziale a cui magari non abbiamo mai nemmeno pensato. Posti per fare hiking, cascate, mare, città che non abbiamo mai visto prima. Uno dei modi migliori per viaggiare eco-sostenibile è viaggiare a casa vostra.

– RIDUCETE LA PLASTICA
Ne abbiamo sentito parlare in lungo e in largo, eppure non basta mai. Portate in valigia delle borracce riutilizzabili da poter riempire, evitando di acquistare bottiglie di plastica in giro. Il vantaggio è doppio: economico ed ecologico, perché non userete troppa (e nociva) plastica. Se viaggiate in paesi dove non è consigliato usare l’acqua corrente considerate l’idea di portare con voi delle pastiglie che purificano l’acqua. Io personalmente non le ho mai provate e non so se lo farei in India, per esempio, ma è sicuramente una grande idea per ridurre il consumo della plastica. Dite sempre di no alle cannucce in plastica, spero che non ci sia bisogno di sottolineare questo punto.

viaggiare eco-sostenibile sara caulfield

– RIDUCETE LA CARTA
Si parla tanto della plastica, ma anche l’uso della carta è davvero spropositato! Stampare le prenotazioni, tanto per cominciare, è assolutamente superfluo: ormai abbiamo tutto a portata di smartphone, con il check-in online la carta d’imbarco è visualizzabile sul cellulare, mentre in hotel sarà sufficiente fornire alla reception il numero di prenotazione e i documenti d’identità. Per un modo di viaggiare ecosostenibile poi usate il kindle invece di un libro vero e proprio. Oltre a risparmiare un sacco di spazio farete anche del bene all’ambiente. Idem per le guide cartacee. Meglio optare per quelle in formato digitale o salvarvi un file sul telefono con tutto quello che volete fare e vedere a destinazione, come faccio io.

– VIAGGIATE LEGGERI
Uno dei miei temi preferiti è quello del minimalismo, soprattutto in viaggio. Portarsi meno cose crea meno peso e di conseguenza riduce le emissioni di CO2 degli aerei. Un altro grandissimo vantaggio del portarsi poche cose! Portatevi oggetti che potete riutilizzare o che sono multifunzionali.

Cosa fare quattro giorni a Marrakech sara caulfield

– OGGETTI ECO-SOSTENIBILI
Per riallacciarmi al tema di viaggiare leggeri e con oggetti che si possono riutilizzare ho qualche altro tip per voi. Oltre alla borraccia per l’acqua potete pensare, in caso possano servirvi, a stoviglie di bamboo o legno per dire no alle stoviglie (o bacchette) in plastica che ristoranti o fast food offrono sia per il take out che in negozio. Usate fazzoletti per il naso di stoffa invece che di carta, oppure rimpiazzate la carta di alluminio o la pellicola da cucina con quei tovaglioli riutilizzabili per panini creati dal polline delle api. Non andranno bene solo per il viaggio, ma anche a casa vostra una volta tornati. Portate sempre con voi le shopping bag che usate per la spesa, perché potrebbero tornarvi utili in giro, evitando di usare le buste di plastica. Non smetterò mai di consigliarvi i packing cube anche per questo scopo.

– SHAMPOO & CO.
Invece di usare i prodotti che trovate in albergo, portatevi i vostri shampoo, balsamo e bagnoschiuma nei pratici contenitori riutilizzabili. Immaginate solo quanto spreco possa derivare da questi prodotti: bottigliette di shampoo lasciate a metà o saponette usate forse tre volte che vanno a finire direttamente nel secchio. E se usate gli asciugamani dell’hotel evitate di farveli cambiare ogni giorno. Appendeteli ai ganci invece ci lasciarli nella vasca o a terra, così chi verrà a farvi la stanza saprà che non dovrà sostituirli e fidatevi, in questo modo darete un enorme contributo all’ambiente e creerete meno sprechi di acqua.

– SOUVENIR
Come molti sapranno io non compro mai souvenir. A parte la mia adorata e importantissima calamita che prendo sempre in ogni città che visito, è davvero raro che io compri souvenir. Ma se voi volete farlo allora prediligete i negozi di artigianato che sicuramente troverete in loco. Saranno dei regali sostenibili e, soprattutto, autentici, molto più apprezzabili di quelli prodotti in serie in una fabbrica per nulla ecologica. Mai mai mai comprare prodotti animali come i più comuni avorio, ossa di tigre, zuppe di pinne di squalo eccetera. Informatevi bene prima di acquistare.

– CIBO LOCALE
Viaggiare eco-sostenibile significa anche dare il proprio contributo, per quanto modesto, all’economia del luogo, supportare le comunità locali e la loro cultura. Un modo per farlo, è scegliere ristoranti negozi e alloggi del posto, per mangiare e dormire. La scelta di investire in un luogo rurale anziché nella metropoli più vicina potrebbe sembrarti indifferente. In realtà dove le microeconomie locali sono delicate queste scelte fanno la differenza. Optate per un’esperienza più autentica e andate a mangiare in una taverna locale invece che da Pizza Hut. Una delle meraviglie del viaggiare è andare ad esplorare il cibo del posto e le sue delizie. Inutile menzionare lo spreco di cibo, assolutamente da evitare. Lo stesso concetto di applica la bere: birra locale, caffè locale eccetera.

viaggiare eco-sostenibile sara caulfield

– ATTIVITÀ CON GLI ANIMALI
Dite no a tutte quelle attività che coinvolgono animali in cattività, come fare un giro sul dorso di un elefante o nuotare con i delfini nelle piscine. Questo tipo di attività hanno un impatto assurdo sul mondo animale. Spesso le condizioni di questi animali non sono ideali e dandogli i vostri soldi andrete a contribuire nel peggiore dei modi. Se proprio volete avere delle esperienze ravvicinate con gli animali potete scegliere di fare volontariato nelle riserve naturali, dove gli esperti si proeccupano di curare gli animali e reinserirli sani a salvi nella natura.

Spero che questi consigli per viaggiare eco-sostenibile vi abbiano ispirato per fare anche voi qualcosa di buono per l’ambiente.
Vi lascio con una citazione che ho trovato sul web che è illuminante:
LEAVE ONLY FOOTPRINTS, TAKE ONLY MEMORIES.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *