Weekend a Banff e dintorni, in Canada

Se siete a Vancouver e volete trascorrere un weekend nel puro spirito canadese tra le montagne e i laghi, allora è a Banff che dovete andare. E già che affrontate un viaggio piuttosto lungo in macchina, potrete fare tappa lungo la via e fermarmi a Salmon Arm e a Kewlona, due splendide località.

Guidare lungo la strada per Banff è un’esperienza meravigliosa, il paesaggio è mozzafiato e farete fatica a non farmarvi ogni cinque minuti per fare una foto. Ovviamente, attenti agli orsi bruni che popolano la zona!

Quando andare

Se volete godervi il bel tempo e non morire di freddo, consiglio di evitare l’inverno. L’inverno canadese si sa, è piuttosto rigido e nevoso, quindi a meno che non vogliate andare a sciare approfittando della vicina Jasper, io ve lo sconsiglio. Durante le stagioni calde il paesaggio sprigiona dei colori meravigliosi e i laghi diventano di un forte color smeraldo. Per approfittare della bella stagione, ma fare anche visita ai ghiacciai, consiglio settembre e ottobre, periodo in cui andai io.

Dove alloggiare

Io alloggiai in un delizioso bed and breakfast di una coppia carinissima sul lago a Salmon Arm, in un normale hotel in centro a Banff e in un motel come quelli dei film sui narcotrafficanti messicani a Kelowna. Le opzioni sono infinite, oggi con gli airbnb credo sia anche più facile.

Cosa fare

Salmon Arm
Da Vancouver ci vogliono quasi nove ore di macchina, quindi se siete gli unici a guidare (come me durante quel viaggio), vi conviene passare la notte in una delle tante cittadine sulla via e spezzare così il lungo viaggio tra le tortuose strade di montagna. Noi decidemmo di fermarci in un paese adorabile dal nome assurdo: Salmon Arm. È un paese silenzioso e sembra quasi disabitato, ma d’estate si popola di turisti che vengono a godere delle sue bellissime spiagge in riva al lago Shuswap. Non c’è molto da fare ad ottobre, noi ci passammo la notte, ma ne vale la pena anche solo per vedere il tramonto sul lago. A cena ci avventurammo nella piccola cittadina e cenammo in ristorante pub abbastanza frequentato (credo forse perché l’unico del paese), in una strada completamente buia, perdendo quasi la via del ritorno.

Banff
La piccola cittadina di Banff, nello stato di Alberta, si trova nel Banff National Park, un immenso parco tra i ghiacciai e le montagne canadesi. La città in sé è molto graziosa, tutti i bassi edifici sembrano delle baite di montagna, è pulitissima e si gira tutta in pochi minuti.

Se vi avventurate a piedi fuori dalla città, verrete inghiottiti dalla natura più selvaggia, circondati da distese infinite di alti alberi verdissimi, torrenti e cascate di acqua gelida, alci che passeggiano liberamente e silenziosi sentieri di montagna che infondono un senso di pace incredibile.

Columbia Icefields
Il giorno seguente armatevi di guanti e cappello di lana, perché c’è da esplorare il Columbia Icefield, il più grande ghiacciaio delle Rocky Mountains del Nord America. Arrivati alla baita si fa il biglietto e si sale su un mega pullman delle nevi, le cui spesse ruote sono alte quasi quanto una persona e via, sù per il ghiacciaio. Il vento gelido è fortissimo e la faccia si paralizza all’istante, ma lo spettacolo è incredibile. Non è neve, è tutto solo ghiacco e camminare è difficilissimo, ma divertente. Ci sono anche delle sorgenti naturali dove poter riempire la propria bottiglietta d’acqua di pura acqua del ghiacciaio.

Lake Louise
Scesi dal ghiacciaio si passa per il gigante lago Louise, dove si può essere romantici e affittare una barchetta a remi. Il lago è incastonato tra alte montagne e la camminata lungo il perimetro è splendida, costeggiata dalla natura colorata, che non ha ancora lasciato il posto all’inverno. Da qui si può partire e fare hiking, una delle attività più praticate della zona.

Lake Moraine
Grande circa la metà del vicino lago Louise, anche il lago Moraine è degno di nota per i suoi chilometri e chilometri di passeggiate e percorsi per hiking. È situato nella valle dei dieci picchi, chiamata così per le dieci montagne degne di nota che la compongono. L’acqua del lago proviene da un vicino ghiacciaio, che, sciogliendosi, porta con se dei detriti e del limo glaciale, che conferiscono il tipico colore turchese alle acque.

Kelowna
Sulla via del ritorno a Vancouver da Banff, si può di nuovo spezzare il viaggio e fermarsi a Kelowna, una tranquilla cittadina del British Columbia sul lago Okanagan. Kelowna col suo indaffarato centro, è stata nominata una delle città più vivibili del Canada.

Cibo

In Nord America non mancheranno pacakes, uova e bacon a colazione. Le colazioni canadesi sono qualcosa di incredibile, enormi e gustosissime. Per il resto bistecche e hamburger con quintali di patatine fritte saranno d’ordinanza. Qui però potrete provare gli hamburger di carne di alce che sono veramente imperdibili!

Tappa assolutamente fondamentale e da non perdere a Banff è il Beaver Tail. Letteralmente vuol dire coda di castoro, è una catena sparsa in tutto il Canada di dolci fatti di pastella fritta alla quale viene data una forma allungata (a richiamare la coda di castoro, appunto) e ricoperta di vari ingredienti, dalla Nutella, ai biscotti Oreo, alla cannella, al burro di arachidi. In soldoni è la solita ammucchiata di roba altamente calorica e tipicamente nordamericana e, nemmeno a dirlo, strabuona.

Prezzi

La tassazione canadese è abbastanza alta, quindi non aspettatevi una vacanza budget. I prezzi sono cari, ma comunque non esagerati. Come sempre quando si è in Nord America lo shopping è un must. Potrete comprare capi di tantissimi brand locali e pagarli la metà di quello che paghereste in Europa.

Perché andare a Banff

Se amate la natura, gli scenari suggestivi e gli sport di montagna, allora non potrete perdervi Banff e il suo meraviglioso parco.  I canadesi sono ospitali e tutto è sempre estremamente pulito e ben organizzato.
Sono capitata in Canada per caso, per una vacanza che avrebbe dovuto avere un’altra meta ed è invece cambiata all’ultimo minuto, ma questo posto ha lasciato in me tantissima pace interiore e bellezza, mi ha realmente sorpresa. Questa è la vera montagna. Se qualcuno mi chidesse di descrivere la montagna in una sola parola, io direi Banff.

8 thoughts on “Weekend a Banff e dintorni, in Canada”

  1. Ero già contenta dell’idea del blog e ora che lo leggo lo sono anche di più.
    Super interessante e “absolutely” Sara Caulfield.
    Spero continuerai a dar retta a tua mamma : non smettere di scrivere ora che hai iniziato!

  2. Un altro post fantastico, il Canada è da sempre una delle mete che più vorrei visitare! (scusa se faccio la precisina ma Beaver Tail vuol dire coda di castoro, non lingua!)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *