20 travel hacks: i trucchi per viaggiare meglio sara caulfield

20 travel hacks: i trucchi per viaggiare meglio

Oggi parliamo di un po’ di hack utili in viaggio e a cui magari non avete mai pensato per avere meno hard time quando siete on the road.

1. DOCUMENTI SULL’EMAIL
Fate una foto dal vostro smartphone ai vostri documenti più importanti inerenti al viaggio e poi mandateveli sull’email (o metteteli su qualche drive online). In questo modo li avrete accessibili sul telefono per qualsiasi evenienza.

2. SCREENSHOT
Fate uno screenshot delle vostre conferme di aerei, treni, alberghi eccetera e teneteli nel telefono. In caso non doveste avere internet a disposizione li avrete già lì pronti alla mano.

3. MANEGGIARE CON CURA
Se proprio dovete imbarcare il vostro bagaglio chiedete che al check-in vi attacchino lo sticker “fragile”, così, oltre ad avere extra cura del vostro zaino, sarà anche posizionato in cima alla pila di valigie e quindi anche uno dei primi ad uscire al baggage claim.

4. BOTTIGLIETTA D’ACQUA
Viaggiate sempre con una bottiglietta d’acqua vuota da poter riempire in aeroporto dopo i controlli di sicurezza. Oltre al fatto che pagare uno sproposito per dell’acqua è una cosa che mi manda in bestia (è ACQUA, dopotutto), ma così potrete portarla con voi a bordo dell’aereo per farvela riempire dalle assistenti di volo durante il viaggio. L’idea chiaramente si adatta a mille altre occasioni, anche on the road. Questo è il mio hack preferito, perché ho sempre sete.

5. SOLDI E CARTE
L’hack per non rimanere poveri in viaggio è quello di evitare di tenere tutti i contanti e le carte nello stesso posto, ma teneteli in due posti separati. Se vi rubassero il portafogli sareste fregati. Divideteli in un paio di posti diversi, non so, nello zaino e nel porafogli o dove pare a voi, così in caso succedesse qualcosa avreste un prezioso back up.

6. POSTO SEGRETO
In collegamento al punto qui sopra, trovatevi uno spazio segreto per nascondere le vostre cose di valore, soldi o documenti nel vostro bagaglio. E non intendo in una semplice tasca, ma in oggetti “normali” che nascondono al loro interno la vostra roba. Se cercate su Google hiding travel hack troverete miliardi di idee.

7. MAPPE OFFLINE
Quando non avete la connessione dati sul vostro telefono ricordate che Google Maps funziona lo stesso. Il massimo è questo trucchetto: andate su Google Maps e delimitate l’area della mappa che volete salvare, digitate “OK map” sulla barra di ricerca e cliccate “download”. In questo modo avrete una mappa offline da poter consultare.

8. PASSWORD WIFI
Sempre per quanto riguarda internet, se volete scroccarlo in giro, andate nella sezione commenti di FourSquare dove potrete trovare le password per l’accesso al Wi-Fi di un sacco di reti nel mondo.

9. FEDERA DEL CUSCINO
Portatevi una federa, non solo da usare come federa vera e propria se vi schifate visto che magari non dormite at St. Regis, ma se ci infilate dentro uno dei fantastici e adoratissimi packing cube diventa un vero cuscino.

10. SHOWER CAP
Quando andate negli alberghi vi chiedete anche voi chi diavolo usa le cuffie da doccia? Cioè dai, ma chi? Si possono invece usare per coprire le suole delle scarpe da riporre nella vostra borsina porta scarpe, per minimizzare lo schifo e la sporcizia.

11. PORTE USB
Se avete finito le porte USB del vostro caricatore guardate dietro alle TV, spesso, soprattutto gli ultimi modelli, hanno delle prese USB che potrete usare per caricare il vostro dispositivo.

12. ADDOSSO PIUTTOSTO CHE NEL BAGAGLIO
Per massimizzare gli spazi del vostro bagaglio indossate i vestiti più pesanti e spessi e chiaramente stesso discorso per le scarpe. Un hack forse banale, ma non tutti voglio sacrificare lo style con la praticità.

13. MARSUPIO
Usare un marsupio ormai non è più così imbarazzante, è stato piuttosto sdoganato e non c’è cosa più comoda quando si viaggia. Io ne uso uno giapponese super figo e un po’ alternativo e lo amo tantissimo. Quando faccio viaggi on the road non posso farne a meno.

14. PENNA
Portate sempre una penna con voi quando viaggiate, perché altrimenti non saprete come compilare le carte di sbarco. O meglio, le assistenti di volo ce l’hanno, ma non ve la presteranno (giustamente) oppure dovrete stare a cercare quelli vicino a voi per chiedergliela e aspettare etc etc. Siate sempre indipendenti, pure per quanto riguarda le penne.

15. ANTI PUZZA
Se viaggerete per tanti giorni e non farete il bucato c’è un trucchetto utile per non far puzzare di morte la vostra busta dei panni sporchi. Un’idea è infilarci uno di quei foglietti profumati che si mettono nell’asciugatrice oppure prendete la saponetta del bagno dell’hotel e buttatecela dentro.

16. BANCOMAT
All’estero usate sempre i bancomat per prelevare i soldi e schifate i banchi di cambio valuta, perché hanno sempre delle tariffe molto alte e applicano i costi di commissione. I bancomat invece, anche se hanno dei costi di commissione saranno sempre più bassi degli exchange desk e soprattutto sono sempre disponibili a tutte le ore.

17. NON DISFATE IL BAGAGLIO
Soprattutto se siete on the road. Togliere tutto dalla valigia e rifarla vi farà perdere un sacco di tempo, nonché potenzialmente perdere delle cose. Amo i packing cube anche per questo, so sempre dove sono le cose che mi servono senza dover smontare lo zaino intero.

18. UPGRADE
Potrà sembrare inutile, ma in realtà molti viaggiatori non ottengono un upgrade gratuito soltanto perché non hanno il coraggio di chiederlo. Male che vada ti risponderanno di no. Provateci al check-in in aeroporto o in albergo, magari vi va di culo!

19. MODALITÀ PRIVATA
Ho sentito dire che se si prenotano voli o alberghi in modalità privata nel browser si hanno possibilità di prezzi migliori che se si usa invece il browser in modalità standard. Idem se si controllano i voli il martedì. Non saprei, io onestamente non credo che questo hack funzioni davvero questa cosa, perché ho visto gli stessi prezzi con entrambe le modalità aperte (da due browser diversi). Ve lo dico comunque, perché me ne hanno parlato in mille. Forse non sono capace io.

20. BLOG
Lasciate a casa la pesante guida cartacea, ma consultate invece i blog di viaggio. Io mi fido molto di più dei consigli di una persona come me che viaggia con i miei stessi gusti e ideali che delle guide di viaggio che trovate in libreria e che scrivono per un pubblico vasto e standard. Insomma, selezionate i blog che trovate e capite quello che è più sulle vostre corde.

4 thoughts on “20 travel hacks: i trucchi per viaggiare meglio”

  1. Geniali i trucchetti dell’ anti puzza e delle shower cap! Li userò sicuramente nei miei prossimi viaggi.
    Oltre che super interessante il tuo blog è super utile!
    Grazie Sara 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *